La Scuola

Il teatro come strumento di ricerca interiore è un mezzo essenziale per la crescita e per rafforzare la propria personalità. Attraverso il teatro e il gioco teatrale, si diventa “altro”, in un allenamento continuo che, rafforza il senso critico e dell’osservazione, aiuta a superare timidezze ed inibizioni e sviluppa una migliore consapevolezza di sé e del linguaggio indirizzando gli allievi verso scelte importanti per la loro vita professionale.

Scuola di teatro

Nasce nel 1991 a Torre del Greco da un’idea di Gigi Di Luca, direttore della scuola, per il sentito bisogno di dare ai giovani un luogo dove crescere, confrontarsi, imparare, immaginare e sognare attraverso un’ottica artistica. La scuola di Teatro La Bazzarra, accoglie, moltissimi bambini, ragazzi e giovani che dal teatro cercano un respiro in più per la crescita personale, culturale e artistica. Il percorso formativo è basato su criteri contemporanei di approccio alla didattica, con una metodologia che attraverso la recitazione, il movimento scenico, il canto, l’improvvisazione teatrale, porta ad una ricerca interiore e alla conoscenza di sé stessi. L’obiettivo è quello di dare all’allievo una formazione e un approccio più intimo al teatro, visto come modo di essere, di pensare e di vivere. Il teatro come strumento di ricerca interiore è un mezzo essenziale per aiutare nella crescita e rafforzare la personalità. Attraverso il teatro e il gioco teatrale, si diventa “altro”, si esce da sé per immergersi in “altri” personaggi e personalità. Tutto in un continuo studio, analisi e improvvisazioni che aiutano a superare timidezze, inibizioni, rigidità, rafforzando il senso critico e dell’osservazione e indirizzando culturalmente gli allievi verso scelte importanti per la loro vita, infatti alcuni si sono diplomati presso l’Accademia di Arte Drammatica Silvio D’Amico (Luca Sannino, Vincenzo D’Amato, Serena De Siena) ed ora lavorano come professionisti nel settore artistico. La scuola di teatro, quindi, offre molteplici opportunità sia d’ inserimento professionale nel mondo artistico che miglioramenti nelle relazioni interpersonali e nelle materie scolastiche. Le materie di studio sono recitazione, dizione, canto e movimento scenico. La recitazione è suddivisa in percorsi differenti che contemplano l’improvvisazione teatrale, l’analisi del testo e del sottotesto, la ricerca del personaggio, il rapporto voce-corpo-gestualità. Materie complementari sono la storia del teatro, del costume e della scenografia e l’ascolto di musica non commerciale. La scuola provvede annualmente all’aggiornamento del proprio archivio allievi che invia ai vari casting (RAI cinema fiction). Gli allievi sono indirizzati ai provini sulla base del profilo del personaggio. Tantissimi i giovani che in continua attività creativa, si sono formati non soltanto artisticamente ma anche in ambito organizzativo.

“Dite:
E’ faticoso frequentare i bambini.
Avete ragione.
Poi aggiungete:
Perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli.
Ora avete torto.
Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati ad innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti.
Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi.
Per non ferirli.”

Janusz Korczak