Arriva la Banda

Arriva la Banda

Grande Successo per La Musica Itinerante

 della Bazzarra a Napoli

 

14, 21 e 28 Dicembre 2014/ 4 e 6 gennaio 2015

I, III, IV, V, VI, VII, VIII, IX, X Municipalità del Comune di Napoli

Nell’ambito delle iniziative di  “Napoli Città Natale 2014”, promosse dal Comune di Napoli, sono state organizzate dall’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli diverse iniziative culturali tra cui “Arriva la banda“, manifestazione curata da La Bazzarra, diretta da Gigi Di Luca, che si è assegnato il bando emanato dal Comune di Napoli e che ancora una volta ha riconfermato il successo che caratterizza ormai da anni i suoi eventi.

45 concerti itineranti di bande tradizionali e suonatori di zampogna e ciaramella che hanno animato fino al 6 gennaio  le strade cittadine delle nove Municipalità del Comune di Napoli.

“Arriva la Banda” è stata una rassegna itinerante di intrattenimento musicale per bande e zampognari, realizzata per tutte le domeniche di dicembre a partire dal 14 di dicembre e fino al 4 di gennaio e anche per il giorno dell’Epifania, in cui si sono concentrati eventi sul lungomare napoletano con lo scopo di valorizzare le strade cittadine di Napoli e di allietare lo shopping natalizio, costituendo, da questo punto di vista, anche una iniziativa a supporto del commercio napoletano.

I gruppi di Zampognari, provenienti dall’area campana in costume tradizionale hanno utilizzato diversi strumenti come zampogne, ciaramelle, organetti e tamburi a cornice, attraverso un repertorio natalizio tradizionale che va dalla novena all’Immacolata alla novena a Gesù Bambino,  dal brano “Quanno nascette ninno” alle  pastorali e alle marcette. Le loro performances sono simpaticamente introdotte da un attore che nel ruolo di cantastorie natalizio ha recitato brani relativi agli usi e alle tradizioni che si succedono nell’arco temporale che va dalla festa dell’Immacolata all’Epifania: il presepe napoletano, il gioco della tombola, i canti di “Questua”, i rituali degli artigiani e delle famiglie nei preparativi per la “festa” e il rituale della “grande abbuffata“ con la tradizionale preparazione dei piatti culinari della tradizione.

Oltre agli zampognari il programma ha previsto le esibizioni dei gruppi bandistici che si sono esibiti con formazioni strumentali tipicamente bandistiche composte da clarinetti, flauti, ottavini, sax, trombe, tromboni, piatti, grancassa e rullante.

Gli interventi sono stati appunto itineranti e con un programma artistico articolato tra orari mattutini e pomeridiani, garantendo così un’alternanza tra zampognari e bande nelle nove Municipalità di Napoli.